C. Colonna

dicembre 14, 2009 di  
sotto Fede

Dal Gesuita padre Carlo Colonna S.J.

Ho conosciuto personalmente Rita Cutolo, i familiari e gli amici, che la seguono, ho visto il suo modo di operare a favore degli ammalati di ogni tipo, ho sentito anche la testimonianza di molti, malati e lontani da Dio, che non solo hanno ritrovato la salute, ma anche, ciò che è più importante, la fede e la vita cristiana. Posso dire che Rita e i suoi familiari e amici sono persone degne di ogni stima, che il modo di procedere di Rita nel curare i malati, anche se straordinario, è benefico e non ha controindicazioni né fisiche (contro la salute) né spirituali (contro le verità e la morale della fede cristiana), anzi ottiene benefici insperati e straordinari per la salute fisica e spirituale delle persone.

Rimane da indagare più a fondo sul complesso fenomeno mistico-terapeutico di Rita Cutolo e intorno a lei, che indubbiamente ha caratteristiche originali, non facilmente inquadrabili nei fenomeni mistici e terapeutici, che avvengono nell’ambito della natura umana e della fede cristiana.

A questo scopo consiglio l’istituzione di una Commissione di studio su Rita Cutolo, composto da competenti nei settori religioso, medico e scientifico, dando spazio anche alla voce dei “semplici”, al fine di cogliere tutta la ricchezza e complessità del fenomeno Rita Cutolo. Solo in tal modo si potrà uscire fuori dalla ridda di giudizi approssimativi sia a favore che contro che circonda da anni l’operare di Rita Cutolo e dare risposte più esaurienti su quanti si interrogano intorno a Rita Cutolo. Una Commissione di studio non va vista come una Commissione d’inchiesta, perché Rita e il suo operato non sono sotto inchiesta, ma come una Commissione di vero e proprio studio, perché il fenomeno Rita Cutolo merita di essere studiato fino in fondo per l’originalità e complessità che ha rispetto ad altri fenomeni di guarigioni, più semplici ad essere inquadrati.

P. Carlo Colonna S.J.

Lascia il tuo pensiero

Lascia il tuo pensiero...
gravatar!