Testimonianze

Facebook-Luca,il mio caro angelo

Questo gruppo nasce per tenere viva la memoria di un angelo di nome Luca, ritornato al Padre a soli 44 anni dopo una dolorosa morte da “Martire” e dopo aver vissuto una vita da “Santo”. E’ stato un Figlio, un Fratello, un Uomo, un Padre ed un Amico esemplare. Persona buona, umile, mite, dedita agli ammalati e ai sofferenti verso i quali si è prodigato con tutto se stesso, senza risparmio di tempo e di energia.

Continua la lettura →

La vita….

Gesù ti Ama. Il valore che abbiamo di noi dipende dal valore che hanno di noi le persone che ci amano. Quando ti senti inutile dipende dalle persone vicine che non ti fanno sentire utile. Ma pensa che Dio ti ama e per Lui sei preziosa davanti ai suoi occhi. Non sentirti sola e credi in te stessa perché Gesù è sempre con te… Ho sentito il bisogno di cercarti e c’è gioia nel mio cuore quando tu mi ascolti.La via dell’ amore chiama.

Continua la lettura →

Una persona molto vicina a Rita mi ha chiesto di scrivere questo:

Ringrazio tutte le persone che ci hanno sempre amato, sostenuto anche in questo momento difficile con le loro preghiere, e soprattutto non hanno mai giudicato il nostro operato.
Ma ringrazio anche chi ci ha giudicato, maltrattato e colpito nei nostri cuori senza pietà, criticato la nostra famiglia senza nemmeno conoscerla, perché comunque non avete fatto altro che rafforzare la nostra fede e l’unità nella nostra missione.
Noi non sappiamo volervi male né vi punteremo il dito come voi avete fatto con noi.
Il giudice vostro e di tutti noi sarà soltanto il Signore.

lettera di Katja Livi a Luca:

Quando Dio raccoglie un fiore su questa terra non è mai per caso. Dio sa vedere la vita di una persona e soprattutto conosce il suo cuore. Anche se per noi umani è una cosa inconcepibile, lui sa quando è il momento.
Quando andai da Rita la prima volta a Colombarone, 19 anni fa, Luca fu la prima persona che vidi. Aveva appena finito di pulire il pavimento, la sala d’attesa era vuota e gli domandai se fossi nel posto giusto. Lui mi sorrise e mi disse: Sì, vieni pure. Allora guardai il pavimento bagnato, non volevo di nuovo sporcarlo. Ma lui mi fece entrare lo stesso.
La prima cosa che mi colpì in lui era la dolcezza che emanava. Una persona mite, che non è cambiata nel tempo. Non l’ho mai visto alterarsi, né alzare la voce. Anche nei momenti di tensione lui sapeva mantenere la sua pacatezza e soprattutto la sua dedizione ai malati. La sua missione era nella sua anima.

Continua la lettura →

Nuovo amico diocesano N 25

Nuovo amico diocesano N 25 pagina 22
LA MIA TESTIMONIANZA SU RITA CUTOLO “Io a tavullia sono guarito”
LA MIA TESTIMONIANZA SU RITA CUTOLO
«Io a Tavullia sono guarito»
Ciao Direttore,
ho letto sul n° 20 del 30 maggio
u.s. l’intervista di Don Lino
Capriotti in merito a Rita Cutolo
e siccome io sono un miracolato di
questa Santa (che, come tutti i Santi, sarà
riconosciuta purtroppo, solo dopo la sua
dipartita terrena…) ci tengo a raccontarti la
mia storia.

Continua la lettura →

Guarigione fetale dalla sindrome di Potter

Mi chiamo Laura e sono la mamma di Benedetta,una bambina meravigliosa di 20 giorni che in questo momento dorme pacifica tra le mie braccia.Questa bimba è un miracolo del Signore perchè se oggi posso stringerla a me è solo grazie alla fede e all’aiuto di Rita che ha lottato insieme a me e a mio marito quando tutti i medici erano contro di noi e mi dicevano di abortire.

Benedetta è stata concepita dopo tanta preghiera a fine Marzo,all’inizio tutto stava andando per il meglio,fino a quando un primo esame ci pone l’ombra di una possibilità che Benedetta fosse affetta dalla sindrome di Down.
Noi decidiamo di andare avanti lo stesso (ancora non conoscevo Rita) ma il calvario e il fardello cominciano a pesare,ma questo è solo l’inizio.

Continua la lettura →

Degenerazione maculare acuta

Mi chiamo T.A.M. ed ho 55 anni. A maggio 2003 mi è stata diagnosticata una degenerazione maculare acuta a entrambi gli occhi. Grazie all’aiuto di molti amici ho avuto gli indirizzi dei migliori luminari europei nel campo oculistico. In 3 mesi ho percorso 12.000 km per andare da tutti e sono sempre tornata a casa piangendo e senza speranze. Avevo visto Rita Cutolo in televisione, ma non sapevo come raggiungerla e grazie all’aiuto di un amico e del mio angelo custode ho avuto il primo appuntamento ad agosto. Dopo il primo appuntamento la reazione che ho subito riscontrato in me è stata di avere più calma e serenità. Ora sono già andata altre 4 volte e da ottobre la mia vista è migliorata e riesco a lavorare in ufficio, leggere il giornale e guidare l’auto. Sento la necessità di tornare una volta al mese, tralasciando qualsiasi altro impegno, perché nulla è più importante che andare da Rita. Ho la fede e la convinzione che ogni volta che vado ne traggo un miglioramento.Sono grata al Signore, agli angeli e ai Santi per avermi indirizzata su questa strada.

Continua la lettura →

Guarigione dalle crisi epilettiche

Sono affetto fin dall’età di 13-14 anni a crisi epilettiche classificate come “G.M. Primario”. Sono crisi che mi comportano la perdita improvvisa di coscienza con conseguenze imprevedibili come mi è capitato di aver rotto l’arcata sopracigliare o procurarmi una profonda ferita al mento. Sono sotto cura da un neurologo ed ho avuto le seguenti crisi negli anni passati : 19/02/02, 02/03/02, 03/04/02, 05/06/02 13/08/02 con una frequenza media di circa una crisi ogni mese e mezzo. Avendo avuto notizia di Rita Cutolo vengo da lei dalla fine di agosto 2002 per un solo giorno alla settimana, di domenica per motivi di lavoro e di lontanaza dato che abito a Bologna. Da allora, continuando con la stessa terapia farmacologica adottata in precedenza ho avuto una sola crisi il 28/12/02 e da quel giorno non ne ho avuta più nessuna. Ringrazio il Cielo che tramite Rita mi ha dato questa grazia.

Guarigione dalla sindrome di Menier

La mia malattia inizia nel 89 quando sono svenuta e all’improvviso mi sono trovata a terra con in braccio mio figlio di 7 mesi. In un primo momento ho pensato ad un improvviso calo di pressione visto che in quel periodo stavo ancora allattando mio figlio. Poco tempo dopo andai al Pronto Soccorso con attacchi di panico e tachicardia. Cominciai a fare controlli ed analisi anche perché mi era venuto un fastidioso fischio all’orecchio.

La diagnosi dei medici fu “Esaurimento nervoso”. Per 5 anni mi curarono per questa malattia senza avere alcun risultato mentre io avevo attacchi di vertigine in novembre ed in aprile. Con il passare degli anni mi accorsi di essere diventata un po’ sorda ed andai da un otorino che finalmente capì, dalla curva della prova audiometrica che soffrivo della Sindrome di Menier.

Continua la lettura →