Santità,
Da persona umile e piccola come sono non oso scriverle queste poche righe. Ciò che mi incoraggia a farlo è l’amore per i piccoli di questo mondo che Lei ha manifestato dal primo istante della Sua Santa Missione su questa Terra. La sua Elezione al Soglio Pontificio ha portato gioia a tutta la comunità cristiana che cerca nelle Chiesa lo stimolo a vivere il Messaggio Cristico nella vita quotidiana. Mi chiamo Rita Cutolo e da molti anni, insieme ad un piccolo gruppo di persone, ho messo la mia vita a disposizione di chi può avere bisogno del mio aiuto. Il Padre Celeste ha concesso che dalle mie mani si sprigioni un’energia così forte che ha permesso a molte persone di recuperare la salute. Solo il Signore conosce la ragione di ciò che accade.
È cosa certa, però, che non ho mai speculato su ciò che il Signore mi ha concesso gratuitamente. Tante persone, in diversi modi, hanno tentato di ostacolare quest’opera, ma la mia forte fede nel Signore mi ha fatto superare ogni prova, anche se non Le nego che tali prove sono state per me motivo di sofferenza.
Sono madre di due fi gli, Antonio e Gianluca. Purtroppo Gianluca non è più con noi. Un terribile incidente avvenuto lungo la strada per Roma, mentre ci recavamo in quella città per aiutare tante persone, lo ha strappato al nostro affetto all’età di quarantaquattro anni. La moglie, la bambina di dieci anni, il fi glio di ventitré vivono con me. Il vuoto è incolmabile! Gianluca era buono e amorevole verso gli ammalati, era amato da tutti ed ancora oggi molte persone lo sognano, lo vedono sotto forma di luce bianca. Continua ad aiutare tante persone e molte guarigioni, di cui abbiamo testimonianza, avvengono ancora attraverso di lui.
Santità, nel giugno del 1996 sono stata ricevuta in Udienza Privata da Sua Santità Giovanni Paolo II con tutta la mia famiglia al completo e per noi quest’incontro è stato motivo di grande gioia. La nostra Fede nel Signore ne è uscita rafforzata. Ora Gianluca non è più fra noi, ma sono certa che sarebbe felice se la nostra famiglia potesse ricevere la Sua Santa Benedizione, Santità, in una seconda Udienza Privata. Santità, resto in fiduciosa attesa di una Sua risposta che ci confermi la possibilità di realizzare questo incontro.

Rita Cutolo

Dopo questa lettera Rita
è stata ricevuta in udienza privata il 5 settembre 2013

Un commento

Lascia un commento