Libro


pensiero-grianti

COMUNICAZIONE A TUTTI GLI AMICI DI RITA CUTOLO

Come potete vedere dal mio sito il libro a cui si riferisce anche il mio operato è stato intitolato dal prof. Francesco Grianti PENSIERO così come due anni fa gli suggerii di fare e come lui stesso ricorda nel libro. Al fine di diffondere il libro anche al di fuori della nostra famiglia di Facebook è stato edito come libro elettronico che potrà raggiungere tante altre persone che non ci conoscono e forse sono lontane da Dio dato che lo scopo che unisce il nostro gruppo ed il prof. Grianti che ci segue da più di 12 anni è quello di riportare il popolo a Dio. Lascio a lui le indicazioni per come acquistarlo e poterlo leggere, un caro saluto a voi tutti, un ringraziamento alla vostra partecipazione sempre presente, e auguri anticipati di Buon Natale, Rita
————————————————-
Innanzitutto il mio ringraziamento a Rita per avermi sollecitato a scrivere questo libro che mi ha costretto a profonde riflessioni sulla mia Fede cristiana ma che per far tacere le malelingue non deve essere interpretato in termini economici come un accordo tra noi dato che ogni rapporto economico e fiscale riguarda solamente la ditta Narcissus e la mia persona.
Visto che si avvicina un Natale carico di pensieri e ripensamenti, nel caso aveste voglia di pensare insieme a me su chi siamo, se deriviamo dalla scimmia o apparteniamo ad un Regno diverso da quello Animale, o se vi interessa capire perché si differenzino gli animali domestici da quelli selvatici grazie ai neuroni specchio presenti nel nostro cervello, oppure spiegare come certi sogni possano essere premonitori o perché quando ci rechiamo per la prima volta in luogo ci sembra di esserci già stati, allora vi troverete le mie risposte. Potrebbe anche interessarvi come si è evoluta la Scienza da Galileo ai giorni nostri, sapere come è tessuta la stoffa di questo nostro universo, o forse siete curiosi di sapere come nel nostro cervello ci siano due linguaggi, quello imparato a scuola e quello universale comune ad ogni uomo al di sopra di ogni nazionalità.
Ma più di tutto vi interesserà sapere quali siano i nomi di Dio per questo universo fatto di Spazio e Tempo e dove possiamo trovare le Sue tracce che non ci ha potuto nascondere. A San Tommaso ha fatto mettere la mano nelle piaghe per confermare la sua Fede, al nostro pensiero ha lasciato percorrere la strada per trovare le Sue tracce.
Certo non è un libro da relax, ma di curiosità scientifiche alla portata di tutti camminando dietro la Verità sul fragile ponte della Fede teso tra Terra e Cielo. Se vi stancate mi perdonerete, a tutti il mio Buon Natale insieme a quello di Rita ricordandoci che quando lasceremo questo mondo la nostra valigia non conterrà ciò che abbiamo preso ma solo ciò che abbiamo dato, Francesco.
Scrivetemi, la verità si fa strada ascoltando e dialogando (info@francescogrianti.it)
“PENSIERO” è stato pubblicato come ebook da leggersi su PC o su tutti gli altri strumenti derivati quali IPAD o ebook Readers.

PER ACQUISTARLO : si va sul sito di libreriarizzoli.corriere.it da qui nel settore libri elettronici ebook , si digita il titolo PENSIERO e l’autore Francesco Grianti.

PER LEGGERLO con IPAD IPHONE o ibook si va sul sito :
https://itunes.apple.com/it/app/ibooks/id364709193

PER LEGGERLO con Androids si va sul sito : https://play.google.com/store/apps/details?id=com.graphilos.epub&hl=it

PER LEGGERLO con PC Windows si va sul sito :
http://www.adobe.com/it/products/digital-editions/download.html

PENSIERO

PREFAZIONE

Quanto scriverò ha le radici nella mia vita vissuta e nelle particolari esperienze provate vivendo vicino a tre personaggi straordinari che hanno spezzato la mia corazza scientifica. Grazie a loro mi si è aperta una finestra su un mondo da cui mi è giunta la luce di quella parte di Verità che la Scienza non mi poteva ne potrà mai dare a nessuno. Sono state tre meteore potenti che, nota la mia pigrizia a muovermi, sono cadute per “Caso” proprio nei dintorni della mia abitazione. Il loro nome è don Elia, Flavia, mia moglie, e Rita Cutolo che ha il dono carismatico della guarigione.
Dal bombardamento diciamo così “casuale” di queste tre meteore delineatesi nella mia vita in sequenze temporali precise, ho avuto segni al di fuori di qualsiasi spiegazione scientifica che mi hanno portato ad aprirmi, all’inizio con una certa riluttanza orgogliosa, poi con molta umiltà, verso quel mondo che sta fuori dal recinto della Scienza e dove anche il “Caso” non può più considerarsi tale. Dato che sono cattolico, a chi eccepisse che potrei essere meno obiettivo rispetto al soprannaturale di quanto non lo sia uno scienziato non credente, rispondo che non posso negare di essere sempre stato un cattolico praticante ma, con altrettanta obiettività, dico che nel corso di queste straordinarie esperienze che il libro ha lo scopo di raccontare qualcosa mi ha cambiato, paragonabile ad una immaginaria scarica elettrica che mi ha destato alla vita mostrandomi la differenza tra il torpore e la veglia, tra l’abitudine e l’ardore, tra la routine e la passione, tra la forma e la sostanza. Prima vivevo il mio stato di cattolico con la pigrizia di chi fa certe cose, come andare in chiesa la domenica, unicamente perché da sempre è stato abituato a farlo, senza particolare attenzione all’incredibile Mistero che ci circonda, senza entusiastica partecipazione e sicuramente senza la forza della “vera” fede. Anzi, direi con quel distacco concreto che la mia formazione scientifica mi imponeva, spingendomi a fare sberleffi di ipotetici e fantasiosi eventi soprannaturali non spiegabili razionalmente e di cui, qualche volta, avevo sentito parlare. Non avevo ancora incontrato le mie tre “meteore” … Oggi invece sento quella brezza piena di segni che, pur lasciandoci la libertà di ignorarla, mormora messaggi particolari per ognuno di noi. E’ stata la terza meteora a suggerirmi il titolo di questo libro come si vedrà nel contesto, da lei mi è giunta la stimolazione a guardare con rispetto ma con distacco la mia cara Scienza per rafforzare la mia inizialmente tiepida fede e intravedere le impronte di Dio nel creato. E’ seguendo questa brezza, da me chiamata “il soffio del Dio Nascosto”, che Scienza e Fede si amalgamano nell’urna sacra della VERITA’, quella verità che orgoglio ed arroganza negano a priori con il pretesto artefatto che Scienza e Fede siano inconciliabili.
E proprio perché è VERITA’, ovunque essa si manifesti va testimoniata senza se e senza ma, con comportamenti poco politically correct quando necessario, e con quel coraggio che nasce dall’Amore per chi domina il Mistero ed il mondo.
Chi cerca Cristo senza ipocrisie non lo cerchi nelle grandi cattedrali o alle messe di mezzogiorno dove lo sfoggio delle pellicce e dei capi di moda spegne quel soffio. Chi cerca Cristo, lo cerchi nel silenzio, là dove qualcuno porta già la croce, là dove la sofferenza fisica e spirituale purifica ed espia i peccati del mondo, là dove i martiri di sempre sono nascosti nella loro sofferenza.
Ho avuto la fortuna di sentire nella missione di guarigione di Rita e presso i suoi malati quella brezza particolare che tanti pensieri mi ha suscitato, invogliandomi a riportarli in questo libro per dare conforto e speranza a chi ne ha bisogno ma anche per tentare di aprire gli occhi a chi troppo spesso guarda senza vedere mai.
Per chi cerca l’ultima spiaggia su cui approdare sappia che la può trovare anche da Rita. E’ una spiaggia libera e gratuita dove avvengono guarigioni fisiche e spirituali, un atollo incontaminato nell’oceano della fede dove non esistono amuleti, pozioni magiche o trucchi e dove, cosa assai rara, sono bandite la menzogna e l’ipocrisia.
Una parte del libro è anche dedicata alla straordinaria fenomenologia solare che nell’estate del 2011 ha circoscritto il mondo di Rita con un’aureola di eventi tanto visibili quanto inspiegabili.
Alcuni di essi forse anche presagio della tragica morte del suo figlio maggiore Luca, altrettanto umile, generoso e compassionevole, avvenuta in data 23 dicembre 2011. Questa fenomenologia compiutasi sia in casa di Rita che sul Monte della Croce e nel luogo in cui Rita oggi opera, oltre ad essere raccontata e testimoniata da chi l’ha vista ad occhio nudo, è stata ripresa da fotogrammi e telecamere su cui è anche registrata la voce degli spettatori presenti.
Lì dove opera Rita vivono in simbiosi sofferenza e carità, aghi di una bussola orientata al cielo da cui giunge il soffio di Dio, il profumo dei santi e degli angeli ad accompagnare il popolo della sofferenza che con la fede e la croce scala quotidianamente il suo calvario.
Ringrazio Rita, cui devo anche il titolo di questo libro, ringrazio tutte quelle persone che mi hanno ascoltato e consegnato le loro testimonianze di guarigione documentate da supporti cartacei indiscutibili, sui quali è fondato l’intervento televisivo di esponenti della medicina ufficiale che hanno confermato le guarigioni pur ammettendone l’inspiegabilità dal lato medico-scientifico.
Un ringraziamento particolare ad Andreana Piscopo, amica di Rita e mia, alla cui competenza mi ero rivolto per la rilettura e le correzioni necessarie al mio testo. Dico ero perchè la scelta era stata consigliata solo dalle sue capacità professionali, ma è accaduto che quando lei ha letto il capitolo 7 relativo ai sogni premonitori mi ha inviato una mail confessandomi il sogno che aveva avuto circa 15 giorni prima che morisse Luca, il figlio maggiore di Rita e fino ad allora tenuto segreto. Se non mi fossi rivolto a lei questo sogno che poi ho riportato nel cap.4, non sarebbe mai venuto alla luce e non avremmo capito l’importante significato delle ultime parole di Luca.
Il mio ultimo e più importante grazie va a quella “mano” che vidi da bambino e che mi ha guidato in questi ultimi anni dentro un dedalo di avvenimenti straordinari e di coincidenze senza staccarmi dalla mia amica Scienza ma dando invece un importante significato al mio vissuto. La mia povera fede, di cui non ho più merito dopo quanto accadutomi, forse mi ha fatto esprimere qualche concetto in modo non umile e forse perentorio ma questo deriva anche dal mio passato di docente di verità scientifica. Ma quando soffia vicino la brezza del Dio Nascosto si perde un po’ la testa delle buone creanze perché si vorrebbe solo che la respirassero tutti.

INDICE

Capitolo 1 : LA PRIMA METEORA, DON ELIA BELLEBONO
1.1 IL PRELUDIO DA BAMBINO
1.2 IL PRIMO INCONTRO
1.3 LE APPARIZIONI DALLE SUE PAROLE
1.4 L’INIZIO DEL CAMMINO VERSO IL SANTUARIO

Capitolo 2 : LA SECONDA METEORA IN CASA
2.1 MAGGIO 1996 – IL VIAGGIO A ISCHIA
2.2 MAGGIO 1996 – IL SOGNO
2.3 MAGGIO 1996 – IL NUMERO DI TELEFONO
2.4 MAGGIO 1996 – INIZIA LA CACCIA AL TESORO
2.5 PADRE EMILIANO TARDIFF DEL RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO
2.6 PADRE EMILIANO TARDIFF A MONTEFELCINO (PESARO)
2.7 IL VIAGGIO A SAN GIOVANNI ROTONDO (23/07/1996)
2.8 SAN FRANCESCO DA CAMPOROSSO PER I FATTI DI PADRE PIO (01/12/1996)
2.9 LA PREGHIERA DI SAN FRANCESCO DA CAMPOROSSO (11/12/ 1996)
2.10 IL VIAGGIO A GENOVA (31/03/1997)

Capitolo 3 : RITA CUTOLO LA TERZA METEORA
3-1 I DUBBI E LA PRUDENZA
3-2 LA PRIMA CENA
3-3 IL SOLLEVAMENTO DEGLI OGGETTI
3-4 UN FENOMENO PARANORMALE – IL VOLO DELL’IMMAGINETTA
3-5 DA DOVE E’ ARRIVATA L’ENERGIA CHE HA MOSSO L’IMMAGINETTA?
3-6 L’ORDINE NELLA SCIENZA E L’ORDINE DA RITA
3-7 PERCHE’ A ME ?

Capitolo 4 : MANIFESTAZIONI STRAORDINARIE
4.1 IN CASA DI RITA UN PRIMO GRANDE SEGNO
4.2 OLTRE IL RECINTO DELLA SCIENZA
4.3 9 LUGLIO 2011 – LA FENOMENOLOGIA DEL SOLE AL MONTE DELLA CROCE
4.4 DALLE IMMAGINI
4.5 DAI VIDEO
4.6 LA SPADA DI SAN MICHELE ARCANGELO
4.7 LA MESSA A CA’ STACCOLO DI URBINO
4.8 UNA POSSIBILE INTERPRETAZIONE DEI SEGNI

Capitolo 5 : SCIENZA E FEDE
5.1 LA STOFFA DELL’UNIVERSO
5.2 LA SCIENZA DAL DETERMINISMO AL PROBABILISMO
5.3 LA TEORIA DELLE BIFORCAZIONI TRA DETERMINISMO E CASO
5.4 IL QUARTO REGNO DELLA IMMAGINE E SOMIGLIANZA

Capitolo 6 : L’UOMO NEL QUARTO REGNO
6.1 LA CREATIVITA’ DELL’UOMO
6.2 PENSIERO
6.3 DIETRO LE MANI DI RITA
6.4 IL BUCO BIANCO DELLO SPIRITO

Capitolo 7 : LO SPIRITO E DIO
7-1 LE TRACCE DELLO SPIRITO – IL BUCO BIANCO DEI SANTI
7-2 NEI SOGNI E NEI PRESENTIMENTI
7-3 LE TRACCE DI DIO

Video da scaricare da You Tube.

IMMAGINE MADONNA CON BAMBINO Cap. 1 (Durata 7 minuti e 24 secondi)
http://www.youtube.com/watch?v=fW5ugYsDaio
SECONDO FENOMENO SOLARE PRIMA PARTE Cap. 4 (Durata 5 minuti e 37 secondi)
http://www.youtube.com/watch?v=ppI1y44OvVc
SECONDO FENOMENO SOLARE SECONDA PARTE (Durata 1 minuto e 28 secondi)
http://www.youtube.com/watch?v=pglUGba1sIk
TERZO FENOMENO SOLARE DA RITA (Durata 1 minuto e 5 secondi)
http://www.youtube.com/watch?v=AkbSryvJCPY
QUARTO FENOMENO SOLARE MONTE DELLA CROCE (Durata 3 minuti e 40 secondi)
http://www.youtube.com/watch?v=kZ61izlfe44

L’AUTORE

GRIANTI

Grianti Francesco nato a Pesaro nel 1938, sposato, 2 figli, 4 nipoti, cattolico praticante, maturità classica, si è laureato in Ingegneria Nucleare nel 1963 al Politecnico di Milano.
Professore Incaricato di Laboratorio di Fisica e Docente di Tecniche di rivelazione nucleare all’Università di Genova.
Libero Docente in Esperimentazioni di Fisica dal 1971, ha collaborato alle ricerche di Fisica delle Alte Energie presso l’Elettrosincrotrone e l’anello di accumulazione Adone dei Laboratori Nazionali di Frascati.
Professore Associato di FISICA dal 76 alla Università di Urbino è direttore dell’Istituto di Fisica e Bioingegneria e dal 1988 direttore del CSAAE per lo studio dell’inquinamento dai campi elettromagnetici.
Ricercatore Associato INFN collabora tuttora all’esperimento OPERA sulla fisica dei neutrini presso i Laboratori Nazionali del Gran Sasso.
Finalista al PREMIO PHILIP MORRIS 1992 per la Ricerca Scientifica e Tecnologica per l’invenzione di un nuovo tipo di Respiratore Artificiale per Sale di Rianimazione brevettato in USA.
Membro nominato dal comitato scientifico della Accademia delle Scienze Svedesi per indicare il premio Nobel per la Fisica del 2003.
Giornalista e scrittore di libri scientifici e di saggi scientifico filosofici come “Quell’ultima partita” (Jaca Book 1990) e “Rita Cutolo una scheggia dal cielo – Il soffio del Dio Nascosto” (Ananke 2006), ha pubblicato più di 200 lavori scientifici e tecnici su riviste nazionali ed internazionali oltre a collaborare con Avvenire, Il Resto del Carlino, Il Messaggero e Corriere Adriatico.
Presidente nel 96 del PRORAD ha raccolto 32.000 firme ottenendo dalla Regione Marche la Legge per l’istituzione del servizio di Radioterapia a Pesaro.
E’ stato Presidente della Fondazione “Opera del Sacro Cuore di Gesù”, avente per fine statutario l’edificazione di un Santuario in Urbino dedicato al Sacro Cuore di Gesù.
L’opera tende ad una pastorale universitaria rivolta al recupero dei valori etici nelle professioni.
Dal 1991 al 2000 è stato ospite del Maurizio Costanzo Show sia come divulgatore scientifico che come opinionista di stampo cattolico.
Attualmente è in pensione ma continua come associato all’INFN la sua attività di ricerca presso i Laboratori Nazionali del Gran Sasso.

Commenti

Una Risposta a “Libro”
  1. don Mario Vincenti scrive:

    La persona umana è un’unità di anima e corpo, inscindibile finché Dio non chiama l’anima all’al di là, nell’attesa comunque di ricongiungersi al momento della risurrezione. Gli studi medici attuali tendono a valorizzare questa unità della persona umana, e Rita Cutolo si pone in questa prospettiva, che è quella cristiana e particolarmente cattolica, in quanto noi si va dal sacerdote a confessare i peccati, si riceve l’effusione dello Spirito per mezzo di segni come l’unzione con olio e imposizione delle mani. Ora, spesso la medicina che arretra, ma che vorrebbe conservare l’egemonia, vede e cura l’uomo come un meccanico l’automobile, cambiando pezzi, e non considerando l’esistenza dell’anima. Rita, anche attraverso la sua fede che testimonia senza vergogna, la sua pazienza e carità, mostrate nel sopportare i persecutori che l’hanno denigrata e rapinata della casa, (e questo è stato un ignobile furto alla collettività da parte dello Stato che si dice a servizio della gente tutta), aiuta chi è disposto a farsi da Lei aiutare come un bambino, chi non esclude per principio di diventarlo, a ritrovare quella semplicità che è unione dentro di sé. Lo fa con un potere che si è costruita e le persecuzioni recenti hanno acuito tale potere, (la gente se n’è accorta ed è più numerosa), un potere potenziato dalla benedizione di Dio sui semplici. Lei lo è, noi lo diventiamo, chi fugge e calunnia frantuma se stesso. Può ben andare dal meccanico a curarsi allora! Auguro a tutti però di incamminarsi verso l’unità, la semplicità, perché è da lì che veniamo ed è lì che siamo diretti: Dio è Uno, Dio è semplicissimo, a differenza di noi che siamo complicati, pieni di nodi, e Rita Cutolo, vicina a Dio, ci aiuta a districarli. Grazie Rita. Siamo con te! Ci ritroviamo pure uniti tra di noi grazie alle croci che Dio ci dà e all’aiuto che ci offre nel portarle grazie a te e al tuo ministero di accoglienza, di consolazione e di cura!

Lascia il tuo pensiero

Lascia il tuo pensiero...
gravatar!